Leica TL2, passi avanti per la mirrorless “high end”

Il prezzo di listino resta sempre "da Leica" ed è da quello che si parte quasi sempre quando si tratta di una fotocamera della casa tedesca, ma per la nuova mirrorless Leica TL2 siamo arrivati a cifre meno "originali" del solito (si parte da 1.950 dollari) e tecnologicamente i passi avanti rispetto al modello precedente TL ci sono. Soprattutto per quanto riguarda il sensore, che è un modello APS-C da 24 megapixel accoppiato a un otturatore da 1/40.000 di secondo e raffiche da 20 fps (con otturatore elettronico).

Leica spiega che ogni corpo macchina Leica TL2 è ricavato da un singolo blocco di alluminio e il design adottato è quasi identico a quello della precedente TL, ma con qualche piccola differenza legata all'ergonomia dei comandi. Parliamo peraltro di una fotocamera che si comanda soprattutto attraverso il display posteriore e i menu del software di bordo, i comandi fisici non sono molti. E non c'è nemmeno un mirino elettronico in dotazione.

Altri miglioramenti della Leica TL2 rispetto alla TL riguardano i punti AF (ora sono 49), la sensibilità ISO (50 mila al massimo) e soprattutto le riprese video, che ora sono in 4K Ultra HD (3.840 x 2.160 pixel) sino a 30 fps, oppure anche in 1080p a 60 fps e a 720p a 120 fps.

Chi acquista una Leica TL2 lo fa probabilmente anche per usare gli obiettivi della casa tedesca. In questo senso il sistema TL comprende attualmente sei obiettivi. Si tratta di due focali fisse luminose indicate - secondo Leica - per il reportage (il Summicron-TL 23mm f/2 e il Summilux-TL 35 ìmm f/1.4), una focale fissa per i closeup (l'APO-Macro-Elmarit-TL 60mm f/2.8) e tre zoom compatti (Super-Vario-Elmar-TL 11–23mm f/3.5–4.5, Vario-Elmar-TL 18–56mm f/3.5–5.6 e APO-Vario-Elmar-TL 55–135mm).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here