Cambiano i tempi e iTunes perde l’App Store

In occasione di tutti gli annunci principali di Apple arrivano anche alcune novità di secondo piano che comunque coinvolgono gli utenti. Insieme a iPhone X - o meglio in previsione di iOS 11, presto in distribuzione - da Cupertino arriva la nuova versione di iTunes pronta a supportarlo. E la novità segno dei tempi è che il software non ha più la parte di App Store.

La versione 12.7 di iTunes quindi ufficializza un'evoluzione che in realtà gli utenti iOS vivono da tempo: non si usa più il Mac per scaricare le app per iPhone e iPad. La cosa è abbastanza ovvia, che Apple la ratifichi è un segno importante perché per lungo tempo la casa di Cupertino ha giudicato formalmente essenziale la sincronizzazione iOS-iTunes.

Anche se, va ricordato, è da un po' che il software iTunes non fa più da archivio storico delle app acquistate e scaricate, come era una volta. Dal debutto della funzione di app thinning in poi, quasi certamente un utente iOS non trova app nella libreria locale del software.

A parte l'abolizione della parte App Store, iTunes è sostanzialmente invariato. Supporta ovviamente i device iOS con la versione 11 del sistema operativo mobile, che sarà distribuito il prossimo 19 settembre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here