Niente è pari all’iPhone: lo dice quel miliardo di vendite

iPhone 7 Pro

La notizia della vendita del miliardesimo iPhone rischia di passare, se non proprio sotto silenzio, quantomeno come un elemento "colorito" che aggiunge poco o nulla alle dinamiche del mercato e di Apple in particolare. I motivi sono sostanzialmente due: l'annuncio praticamente in contemporanea con le mezze critiche ad Apple perché non vende ancora più iPhone e soprattutto che quella cifra, per quanto grande, non dice nulla se non viene contestualizzata.

Il merito di averlo fatto va a Horace Dediu, nome noto tra chi si occupa del mercato smartphone come uno degli analisti di vecchia data. Dediu ha confrontato le vendite di iPhone con quelle dei prodotti che sono diventati un'icona del loro settore o che hanno comunque avuto un grande successo e niente vi si avvicina.

Come numeri si possono paragonare le vendite dei libri della saga di Harry Potter (450 milioni) o della Playstation (382 milioni), andando verso numeri più contenuti le cifre diventano poco comparabili. Anche prodotti storici come il Maggiolino della VolksWagen (21,5 milioni) o l'album Thriller di Michael Jackson (70 milioni di copie) sembrano poca cosa.

Dediu conclude quindi che l'iPhone è il best-seller di tutti i tempi, escludendo ovviamente i prodotti di largo consumo di cui saranno stati venduti anche più di un miliardo di esemplari ma che non sono "riconoscibili" come quasi una categoria a sé.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO