IPhone 7, impermeabile e senza jack per cuffia

Apple iPhone 7

Apple ha confermato tutte le anticipazioni che circolavano sull’iPhone 7: abolito il mini-jack per le cuffie (“c’è bisogno di spazio per soddisfare tutte le richieste degli utenti” ha detto Phil Schiller, il vicepresidente marketing di Apple), introdotta una doppia fotocamera (solo però sul modello Plus), adottato il nuovo processore A10 Fusion a 4 core e rese disponibili due nuova colorazioni nere (Jet Black, ma solo sui modelli di fascia alta, e nero opaco).

Se vogliamo, le novità dell’iPhone 7 possono essere riassunte in questi pochi elementi. Ma non sono novità di poco conto perché hanno di nuovo permesso ad Apple di offrire un prodotto innovativo sotto vari aspetti. E, manco a dirlo, “il migliore iPhone di sempre” (ovviamente, prima del prossimo).

Comunque sia, le nuove scelte tecnologiche hanno consentito di rinnovare lo smartphone in diverse sue parti, con l’obiettivo di renderne ancor più semplice l’utilizzo e ampliarne la versatilità. A partire dal pulsante home, che è ora sensibile alla pressione, offre un feedback tattile e permette di eseguire una serie di funzioni personalizzabili.

1. Se una fotocamera non basta

La struttura delle doppia fotocamera dell’iPhone 7 Plus

Uno degli aspetti su cui più si è soffermato Phil Schiller durante la presentazione è la sezione fotografica. I nuovi iPhone hanno una fotocamera da 12 megapixel con stabilizzazione ottica dell’immagine, diaframma con apertura di ƒ/1.8 e obiettivo grandangolare con lente a sei elementi (per consentire foto e video più luminosi e dettagliati). Aumentata anche la gamma cromatica gestibile. Dal canto suo, iPhone 7 Plus alla predetta fotocamera affianca un teleobiettivo da 12 megapixel per offrire uno zoom ottico 2x e uno zoom digitale fino a 10x (non si possono usare con i video).


La presenza della doppia fotocamera da 12 megapixel permette di creare un nuovo effetto profondità di campo, mentre una nuova tecnologia con apprendimento automatico separa lo sfondo dal primo piano per dar vita a ritratti davvero accattivanti. “Non vogliamo fare concorrenza alle reflex – ha detto Phil Schiller – ma le nuove tecnologie dotano l’iPhone 7 di funzioni un tempo disponibili solo sulle DSLR“.

A migliorare le riprese di foto e video contribuisce anche un nuovo processore d’immagine progettato da Apple (e capace di elaborare oltre 100 miliardi di operazioni su una singola foto in soli 25 millisecondi) e il nuovo flash True Tone quad-LED, più luminoso del 50% rispetto all’iPhone 6s e dotato di un sensore che rileva il tremolio delle luci e lo compensa in foto e video.

Per altro, foto e video potranno essere maggiormente apprezzati sull’iPhone 7 grazie a un nuovo display Retina HD più luminoso e con un’ampia gamma cromatica: “Offre la miglior gestione cromatica oggi disponibile nel settore degli smartphone“, ha sostenuto Schiller.

2. Quattro core, doppia velocità

Il chip che governa l’iPhone 7 è l’A10 Fusion. Come sempre progettato da Apple, presenta una nuova architettura che lo rende il “chip più potente mai introdotto in uno smartphone” ha sottolineato Schiller; anche la durata della batteria è stata ottimizzata e incrementata. La CPU del chip A10 Fusion ha quattro core: più in dettaglio, integra due core ad alte prestazioni, con velocità fino a due volte superiori rispetto all’iPhone 6 (per le attività più impegantive), e due core a elevata efficienza, in grado di consumare appena un quinto rispetto ai core ad alte prestazioni (da usare per esempio nella navigazione in rete o quando si consultano le mail). Anche le prestazioni grafiche sono state incrementate: Apple assicura che sono fino a tre volte più veloci rispetto all’iPhone 6, ma a fronte di un consumo ridotto della metà.
 
Entrambi i telefoni includono il supporto fino a 25 bande LTE e LTE Advanced, per data rate tre volte superiori rispetto all’iPhone 6, fino a 450 Mbps. 

3. Addio al mini-jack audio

Anche l’iPhone beneficia finalmente degli altoparlanti stero

Se ne era parlato tanto e Apple l’ha confermato: il mini-jack audio non c’è più. Ora per connettere gli auricolari o le cuffie si usa il connettore Lightning (ma in ogni confezione di iPhone 7 c’è un adattatore per i prodotti con il “vecchio” mini-jack”). Arrivano anche gli altoparlanti stereo (come nell’iPad Pro) per offrire un audio più coinvolgente e con un volume che arriva a essere il doppio rispetto all’iPhone 6s. Aumentata anche la gamma dinamica del suono.

4. iPhone 7, quando e quanto

La lineup al completo: spiccano i due nuovi “neri”

Oltre che nei due colori neri citati, iPhone 7 e iPhone 7 Plus saranno disponibili nei colori argento, oro e oro rosa. Da sottolineare il guscio dello smartphone è stato interamente riprogettato per rendere l’iPhone resistente all’acqua, per una protezione da liquidi, schizzi e polvere. 

iPhone 7 e iPhone 7 Plus saranno disponibili con tagli di memoria da 32GB, 128GB e 256GB e prezzi base di 799 euro e 939 euro; il nuovo colore Jet Black sarà offerto in esclusiva per i modelli da 128GB e 256GB. I nuovi smartphone potranno essere prenotati a partire da venerdì 9 settembre e saranno in vendita (questa volta Italia inclusa sin da subito) da venerdì 16 settembre.

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Peccato che sia water resistant solo per schizzi e non per l’immersione in un bicchiere o vasca da bagno.
    Peccato che la doppia fotocamera sia solo sul Plus. Io ho un 6 Plus, che ha il solo svantaggio di essere troppo grande per la tasca dei pantaloni e volevo ritornare al modello più piccolo.
    Gli auricolari WiFi sono interessanti, ma non ha senso pagarli in più.
    Io sono fedele all’iPhone sin dal 3, ma oggi la concorrenza è spietata e non credo che andrà molto meglio con il 7 rispetto al 6S, visto i prezzi.
    Aspetto il 7S oppure l’8.

  2. Concordo con Giovanni al 100%. E aggiungo che avere le cuffie Wi-Fi è una pessima idea. Quando ti servono, sono scariche. Per ricaricare iPhone e cuffie occorrono due prese o una mega batteria supplementare. Non ha senso.
    Inoltre in aereo non le posso usare.

    Certo c’è l’adattatore. Ma quanto sporgerà ? E la fascia da sport che ha il buco a sinistra?

    Lasciato spazio alla seconda cassa così iPhone è stereo? Ma chi ascolta la musica dalle casse del telefono?

    Ho volutamente cambiato gli iPhone 6 con due 6s giusto ai primi di agosto. Per avere la memoria che mi serviva ed essere in garanzia per i prossimi due anni. Dovrei aver necessità di nuovi iPhone per l’uscita della versione 8. Ne riparleremo e scoprirò se le cuffie wired saranno morte oppure no.

LASCIA UN COMMENTO