Intenzioni di acquisto: bene gli AirPods, male Apple Watch

AirPods

Criticati da molti, gli AirPods, i nuovi auricolari wireless di Apple, sembra che abbiano invece già conquistato un buon pubblico potenziale. All'opposto, il nuovo Apple Watch Series 2 fatica a uscire dalla nicchia dei veri appassionati della Mela. Sono le indicazioni di una indagine che Merrill Lynch ha condotto su un campione di consumatori e che, pur essendo limitata agli USA, rappresenta una indicazione significativa sul probabile andamento delle vendite di entrambi i prodotti.

Il 12 percento delle persone coinvolte nell'indagine ha espresso l'intenzione di acquistare gli AirPods. Anche considerando che le intenzioni di acquisto dichiarate sono sempre ottimistiche, si tratta di una percentuale piuttosto alta per un prodotto che ha un costo elevato (159 dollari negli USA) e che sinora nessuno ha toccato con mano al di fuori della presentazione di Apple.

Se questa percentuale si confermasse nella realtà sarebbe una buona notizia per Apple: gli analisti stimano che si tradurrebbe in nuovi ricavi per circa tre miliardi di dollari. Non male per un prodotto certamente innovativo ma che è apparso inizialmente come molto di nicchia.

Numeri decisamente diversi per Apple Watch seconda serie. Era prevedibile che uno smartwatch attirasse meno intenzioni d'acquisto di una coppia di auricolari, però solo il 2 percento del campione dell'indagine americana ha mostrato la volontà di acquistare Apple Watch Series 2.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO