Partite le vendite: la stella è iPhone 7 Plus

iPhone 7 Plus

Secondo quanto segnalano i quotidiani americani non ci sono più le tradizionali code di una volta, davanti agli Apple Store, ma l’avvio delle vendite “fisiche” e non solo online di una nuova generazione di prodotti Apple ha sempre un po’ dell’evento. Oggi è il giorno del debutto per iPhone 7 e Watch 2, anche in Italia, e le previsioni di vendita sono comunque positive. Molto più di quanto ci aspettasse prima della loro presentazione. Per iPhone 7 Plus il successo è ampiamente annunciato. È stato il modello principe delle prevendite online e in particolare la versione Jet Black è già un oggetto di culto per gli appassionati. In alcune nazioni i primi acquirenti che hanno cercato l’iPhone a grande schermo negli Apple Store sono stati delusi: semplicemente non ce ne sono più, tutti esauriti con le prenotazioni.

Le prime valutazioni di Oltreoceano tra l’altro indicano che iPhone 7 Plus è andato a cogliere una nicchia forse inaspettatamente ampia di utenti: coloro che tengono davvero molto alla qualità della parte fotografica del loro smartphone. L’iPhone continua a non essere una reflex, ma la versione 7 dà molto di più della media della fotografia da smartphone.

Per iPhone 7 non siamo allo stesso livello di fenomeno ma i numeri si presentano comunque positivi. I preordini hanno battuto quelli di iPhone 6s, e largamente, il vero confronto è con il boom dell’iPhone 6 di due anni fa.

E l’altro nuovo arrivato, Watch 2? Qui le previsioni sono più difficili. Apple ha corretto giustamente il tiro e ha rivolto il nuovo smartwatch al pubblico che poteva essere più disposto ad accettarlo, ossia quello degli amanti del fitness. È in questo ambito che Watch 2 ha più novità interessanti, un freno alle prime vendite potrebbe venire dal costo e dal fatto che alcuni acquirenti potrebbero scegliere di aspettare la versione Watch Nike+ che sarà disponibile solo a fine ottobre.

Certo conterà molto anche la maggiore o minore propensione dei singoli mercati verso il concetto stesso di smartwatch. Una mano potrebbe darla il “vecchio” Watch di prima generazione: per molti utenti non risulterebbe così diverso dal Watch 2 e il prezzo adesso è davvero aggressivo, se rapportato alle funzioni e al livello costruttivo.

LASCIA UN COMMENTO