In CIna, Apple blocca le vendite dell’iPhone 4S e la folla le lancia le uova

Mobile –

Partenza in salita per la vendita dell’ultimo iPhone a Pechino. L’eccessiva gente in coda ha indotto l’azienda a non aprire un negozio nel distretto di Sanlitun, dove lo scorso anno, in occasione del lancio del’iPad 2, si era avuto un ferito e la rottura delle vetrine.

Data importante quella di oggi per gli utenti Apple cinesi: segna infatti l'inzio delle vendite dell'iPhone 4S.
 
Per motivi di prdine pubblico, la società della Mela ha però dovuto annullare l'appuntamento presso uno dei suoi negozi di Pechino, nel distretto di Sanlitun, mandando così su tutte le furie le diverse centinaia di persone che stavano attendendo l'apertura, dopo aver trascorso la notte all'aperto per assicurarsi l'ultimo iPhone.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, altri negozi Apple di Pachino avrebbero aperto regolamente mentre la mancata apertura dello store del distretto di Sanlitun ha causato un lancio di uova verso le vetrine.

La decisone di annulare le vendite nel negozio del distretto di Sanlitun è stata presa per evitare una situazione come quella che si è creata o scorso anno in occasione dell'apertura delle vendite dell'iPad 2, quando si erano verificati dei tafferugli tra le persone in coda e gli uomini della vigilianza. Tafferugli che avevano causato un ferito e la rottura di una vetrina del negozio.

La maggior parte delle persone in coda aveva poi comprato un notevole quantitativo di iPad 2 per poi revenderli immediatamente a un prezzo maggiorato del 30%.

L'unico operatore telefonico scelto ufficialmente da Apple per il
territorio cinese - China Unicom - ha spiegato di essere stato costretto
a rendere temporaneamente inaccessibile il proprio sito Web utilizzato
per l'accettazione degli ordini online.

Le richieste di acquisto
del nuovo iPhone 4S sarebbero state davvero troppe e la loro gestione
divenuta praticamente impossibile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here