C’è un impianto cocleare “Made for iPhone”

impianto cocleare

Si chiama Nucleus 7 Sound Processor e ha il primato di essere il primo processore sonoro da impianto cocleare studiato dal produttore - Cochlear - in collaborazione con Apple per garantire una stretta integrazione wireless con iPhone. Il vantaggio è che di solito l'integrazione tra un impianto cocleare e uno smartphone è mediata da accessori ingombranti, che in questo caso non sono necessari.

Il collegamento via Bluetooth tra iPhone e impianto cocleare permette di trasmettere in wireless l'audio delle chiamate telefoniche o FaceTime, come anche quello collegato alla riproduzione di contenuti multimediali. È stata anche sviluppata un'app attraverso cui l'utilizzatore dell'impianto può regolare i parametri della riproduzione sonora e anche usare una funzione Find My Processor che aiuta a ritrovare un processore smarrito.

Una particolarità interessante è che Apple ha lavorato anche alla gestione ottimale dell'audio e di altre funzionalità nelle configurazioni "ibride", in cui cioè si usano contemporaneamente un impianto cocleare per un orecchio e un apparecchio acustico convenzionale per l'altro. Questo lavoro somiglia molto a quanto è stato fatto per gli auricolari AirPods, quindi si ipotizza che parte dell'esperienza fatta in campo medicale sia stata poi traslata nei nuovi auricolari.

Apple ha sviluppato diversi protocolli legati alla compatibilità tra iPhone e impianti acustici e cocleari. Questi sono ceduti in licenza gratuitamente ai produttori degli impianti, per non far aumentare ulteriormente il loro costo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here