Il Wi-Fi non funziona bene? Ecco come rimediare

L’informatica, vale sempre la pena sottolinearlo, non è una scienza esatta: a volte accade che un procedimento eseguito con successo decine di volte non vada a buon fine anche se lo seguiamo nello stesso modo. Nell’ambito dell’informatica “da casa” le comunicazioni wireless sono la scienza meno esatta possibile, perché il buon funzionamento delle reti Wi-Fi dipende da diversi fattori e alcuni di essi sono fuori dal controllo del nostro Mac e anche di noi, i suoi utenti. Se abbiamo creato una rete Wi-Fi perfettamente funzionante, quindi, non è detto che lo resti anche nel tempo e quando le cose non sembrano andare più bene vale la pena eseguire qualche controllo.

Questione di posizione

menu-wlessMolto spesso i problemi legati alla rete Wi-Fi derivano da un peggioramento della sua copertura che può essere legato a problemi del router di casa (ma è raro e in quei casi molto evidente) o alle interferenze con altre reti o dispositivi wireless che peggiorano le nostre comunicazioni. Se non ci abbiamo mai pensato esaminiamo “criticamente” la posizione del router e valutiamo se sia quella ideale per coprire le zone dove usiamo il Mac. A volte si poisiziona il router dove è più comodo o pratico ma non dove il suo segnale può distribuirsi meglio.

Cerchiamo comunque di avere una “mappa” anche limitata e orientativa della qualità della copertura della rete wireless. Ci sono scanner di rete anche gratuiti che fanno appunto questo lavoro ma non sono necessari: OS X ha una sua funzione molto comoda. Portiamoci nei luoghi di casa che vogliamo valutare e clicchiamo sull’icona della rete Wi-Fi nella barra dei menu tenendo premuto il tasto Opzione (Alt): sotto il nome della rete a cui siamo connessi appariranno molti valori tra cui la potenza di segnale (RSSI) e il Disturbo. Sono in dB e negativi, badiamo che il secondo sia ben inferiore – quindi “più negativo”, non minore in valore assoluto – al primo di almeno 20-30 db. Muovendovi per casa vedrete le posizioni dove in segnale del router è più forte e come varia il disturbo (idealmente dovrebbe variare poco).

Esplorare i dintorni

Se lo scarto segnale-rumore non è mai molto buono è probabile che il stiamo usando un canale Wi-Fi affollato, in cui stanno trasmettendo molti nostri vicini. Magari qualche tempo fa andava bene ma nel frattempo può essere variato il numero delle reti Wi-Fi intorno a noi (chi non ne ha una, ormai?). Per esaminare l’affollamento dello spettro radio intorno a noi ci sono diversi “scanner” software di rete gratuiti e a pagamento. Ma anche in questo caso OS X ha tutto quello che serve. Apriamo nuovamente il menu del Wi-Fi con il tasto Alt premuto e scegliamo il comando Apri Diagnosi Wireless.

Quando l’applicazione parte diamo il comando Finestra > Scansiona e apparirà una finestra con elencate tutte le reti Wi-Fi presenti intorno al Mac con i loro dati principali.

diagnosi-wlessSe vediamo che si sta usando un canale già usato da altre reti e che queste hanno un segnale (RSSI) troppo forte e simile al nostro, i problemi potrebbero derivare da quello e si può intervenire sull’interfaccia del router per impostare manualmente uno dei canali consigliati da Diagnosi Wireless. Di solito infatti i router fanno una selezione automatica del canale e non è sempre la migliore.

In seguito, anche se non abbiamo particolari problemi di rete, sarà utile fare altre scansioni della rete, ogni tanto, per evidenziare possibili interferenze sul nuovo canale e modificarlo di conseguenza. L’etere, in un certo senso, è sempre in una condizione “dinamica”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO