I 10 consigli per non perdere mai foto e video

Il decalogo stilato da Kroll Ontrack contiene alcuni semplici, ma spesso sottovalutati, accorgimenti per salvaguardare i propri ricordi e limitare la possibilità di perdita dei dati.

Fotografie

Molte delle persone che in questo periodo natalizio hanno scattato foto o realizzato filmati di momenti speciali si staranno ponendo il
problema di come custodire e conservare
in modo corretto le immagini e i video.

E proprio per non farci rischiare di perdere questi preziosi ricordi, Kroll Ontrack ha preparato un decalogo di 10 consigli alla portata di tutti: seguendoli si possono salvaguardare foto e video, limitando la possibilità di perdere i dati.

  1. spegnere sempre la
    macchina fotografica
    o la videocamera prima di rimuovere la scheda di memoria;
  2. non rimuovere la
    memory card dalla
    macchina fotografica se non è possibile effettuare nell’immediato il
    trasferimento delle foto sul computer;
  3. appena possibile copiare le foto sul computer;
  4. aprire le immagini una volta trasferite sul
    computer per verificarne il funzionamento;
  5. rimuovere in sicurezza
    la scheda o la macchina fotografica dal computer, seguendo l’apposita procedura di disattivazione
    dei dispositivi esterni;
  6. effettuare un back-up periodico delle fotografie su di un secondo hard disk;
  7. formattare periodicamente
    la memory card per
    mantenerne l’efficienza e solo dopo aver verificato che non contenga dati
    importanti;
  8. proteggere dalla
    scrittura le memory card già utilizzate, questo limita il rischio di eliminare per errore il
    contenuto;
  9. conservare la memory
    card nell’apposita custodia se rimossa dall’apparecchio;
  10. evitare di esporre la
    scheda di memoria o l’apparecchio a temperature estreme, nel caso si passi da
    ambienti con temperature differenti attendere che il dispositivo giunga a
    temperatura ambiente prima di utilizzarlo.

Ricordiamo che il recupero dati da memorie flash è un’operazione complessa, poiché questa tecnologia di memorizzazione, a differenza degli hard disk, impiega tecniche di wear leveling che si occupano di ridistribuire le informazioni nel chip di memoria al fine di ridurre l’usura delle singole celle.

Pubblica i tuoi pensieri