FRITZ!Box Fon WLAN 7270

Dispositivo di comunicazione che combina un modem/router ADSL2+ wireless WLAN 802.11n, telefonia VoIP, DECT e analogica e un server FTP e di stampa

Modem-Router ADSL2+/802.11n

Del FRITZ!Box abbiamo parlato esattamente un anno fa: Applicando n. 261, febbraio 2008. Il modello preso in esame allora era il 7170, un apparecchio incredibilmente completo per la comunicazione sia di rete sia telefonica che integra in un solo dispositivo un modem/router ADSL wireless, un centralino telefonico VoIP e un server di stampa con la possibilità di collegare via USB anche un’unità di memoria, da una semplice pendrive a un hard disk. Il 7170 già allora ci aveva favorevolmente impressionato per le ampie possibilità di utilizzo, per la compatibilità con strumenti di comunicazione anche profondamente diversi (è possibile collegare perfino dei telefoni analogici e delle “cornette” DECT), per l’ottima fattura dell’hardware – d’altra parte si tratta di un prodotto tedesco con ben cinque anni di garanzia – e, in particolare, per la semplicità di utilizzo e in generale anche di configurazione del dispositivo stesso. Pochi in effetti erano stati i nostri appunti: in particolare il fatto che lo standard di comunicazione WLAN non fosse aggiornato al più performante 802.11.n (era “fermo” all’802.11g) e che la manualistica e soprattutto l’interfaccia di configurazione tramite browser non fossero localizzate in italiano.

Il nuovissimo FRITZ!Box Fon WLAN 7270, oggetto di questo articolo e top di gamma della famiglia di prodotti AVM, spazza via in un solo colpo tutte le piccole “critiche” che avevamo rivolto al precedente modello: la rete wireless è ora aggiornato allo standard “n”, di serie su tutti i nuovi Mac da ormai un paio d’anni a questa parte, e la manualistica e l’interfaccia sono completamente tradotti nel nostro idioma. Il nuovo FRITZ!Box si presenta quindi come un apparecchio ancora più interessante del precedente, facile da installare e gestire e con larghissime possibilità di utilizzo: in pratica è in grado di soddisfare tutte, ma proprio tutte, le esigenze di un’utenza domestica evoluta o di un normale ufficio.

Tutto in uno

Come dicevamo già nella descrizione del FRITZ!Box Fon WLAN 7170 lo scorso anno, una trattazione completa di tutte le funzionalità di questo dispositivo non è semplice: il FRITZ!Box fa talmente tante cose che descriverle tutte in maniera approfondita richiederebbe uno speciale solo dedicato a questo apparecchio. Il dispositivo AVM è infatti un vero concentrato di tecnologie per la comunicazione a trecentosessanta gradi, sia su Internet sia telefonica, sia wireless sia via cavo. Ed è proprio questa la sua particolarità nel panorama degli apparecchi dedicati all’accesso di rete.

Volendo schematizzare le tre principali macro aree di funzionalità, il FRITZ!Box è Internet, telefonia e comunicazione di rete LAN. Vediamole una per una.

Per l’accesso a Internet il FRITZ!Box può essere utilizzato in due modalità: come modem ADSL compatibile anche con lo standard più aggiornato ITU G.992.5, comunemente indicato come ADSL2+ (che raddoppia il flusso di bit in download arrivando fino a 24 Mbps), o come semplice router da collegare a valle di altri dispositivi di accesso a Internet.

Anche in questa seconda modalità abbiamo voluto provare ad utilizzare questa volta il FRITZ!Box: in pratica collegato a un classico HAG Fastweb. La porta LAN 1 delle quattro disponibili sul retro può infatti essere configurata per l’accesso tramite una rete già disponibile (come quella offerta dal dispositivo Fastweb appunto). In questa configurazione il modem ADSL risulta completamente disattivato, ma il FRITZ!Box funziona perfettamente come router/access point wireless e via cavo (in questo secondo caso è possibile collegare fino a tre dispositivi, visto che le porte LAN libere restano appunto tre).

La configurazione del FRITZ!Box è davvero semplice grazie alla sua ottima interfaccia web che, come accennavamo all’inizio, ora è totalmente in lingua italiana. Già l’accesso al dispositivo dimostra l’attenzione di AVM a rendere l’operazione il più agevole possibile: nella barra del browser non bisogna digitare alcun numero astruso; basta scrivere semplicemente fritz.box e, voilà, ecco comparire l’interfaccia di configurazione. Per il collegamento alla rete Fastweb è stato sufficiente impostare la connessione in DHCP automatico: l’indirizzo IP, la maschera di sottorete, il numero del router e i DNS vengono forniti in automatico dall’HAG.

L’interfaccia di configurazione tramite browser del FRITZ!Box Fon WLAN 7270 è quanto di più completo ci sia mai capitato di incontrare: le tante impostazioni possibili, anche quelle avanzate per gli utenti un po’ più smaliziati, sono organizzate in maniera estremamente chiara e razionale. Le funzioni sono davvero tante anche considerando solo quelle di rete e non mancano alcune “chicche” davvero apprezzabili come la possibilità di impostare un orario nell’arco della giornata (o forse più probabilmente della nottata) in cui viene sospesa l’attività della rete radio WLAN; è comunque possibile impostare il dispositivo in modo che ciò avvenga solo se non c’è nessun apparecchio collegato (in modo da non essere brutalmente buttati fuori da Internet se si sta navigando o scaricando la posta) e in ogni caso si può ristabilire la connessione wireless semplicemente premendo il comodo pulsante WLAN posto sulla superficie superiore del FRITZ!Box.

La funzione di sospensione del wireless insieme alla possibilità di ridurre la potenza di trasmissione alle esigenze reali, contribuiscono a ridurre il consumo energetico e “l’inquinamento” da onde radio, un tema a cui AVM dimostra di essere particolarmente sensibile: il FRITZ!Box, a detta del produttore, garantisce un risparmio di energia dell’85% rispetto all’insieme dei dispositivi che di fatto va a sostituire (modem, router, centralino VoIP e di rete fissa, basi DECT ecc.).

Complete infine anche le funzioni di sicurezza del FRITZ!Box Fon Wlan 7270 con un firewall integrato che è in grado di tenere traccia di tutto il traffico in entrata e in uscita, ha una chiave di criptazione Wi-Fi personalizzabile, rete WLAN protetta tramite password WPA e WPA2 e possibilità di autorizzare l’accesso alla WLAN solo tramite gli indirizzi MAC dei dispositivi.

Telefono casa

Sul fronte delle funzioni telefoniche, il FRITZ!Box WLAN 7270 è un dispositivo PBX (Private Branch Exchange) che consente di effettuare telefonate sfruttando indifferentemente la connessione ADSL, la linea ISDN o semplicemente quella analogica. Le prese sul retro sono tre, oltre a quella per la connessione ADSL/analogica: FON1 e FON2 per telefoni analogici e fax, e FON SO per i centralini o i telefoni ISDN. In pratica è possibile collegare qualsiasi tipo di telefono (nella confezione del prodotto sono forniti tutti i cavi necessari) compresi, come già accennato, fino a sei telefoni cordless grazie all’implementazione del nuovo standard DECT CAT-iq che garantisce un ampio raggio di copertura e una banda disponibile fino a 384 Kbps. Qualsiasi cordless DECT-GAP può dunque essere facilmente abbinato al FRITZ!Box eliminando la relativa base e sfruttando tutte le funzionalità offerte dall’apparecchio come l’evoluta segreteria telefonica integrata che permette di memorizzare i messaggi vocali su una memoria USB oppure di inviarli direttamente al proprio account di posta elettronica (altrettanto si può fare anche con i fax), la rubrica centralizzata accessibile da tutti i telefoni collegati al dispositivo, le funzioni di avviso e deviazione di chiamata, la conference call fino a tre utenti e altro ancora.

Non finisce qui: alla telefonia “tradizionale” su rete fissa nel FRITZ!Box si affianca anche quella VoIP. La configurazione sembra un po’ più complessa – lo confessiamo, siamo anche noi che abbiamo meno confidenza con la materia – ma non occorrono comunque chissà quali competenze tecniche per riuscire a configurare il dispositivo per le telefonare via Internet con uno o anche più abbonamenti.

Il vantaggio del VoIP è ormai noto a tutti: le telefonate hanno prezzi estremamente più bassi e offrono una qualità della voce ormai assimilabile a quella su rete fissa, come è lampante osservando ad esempio l’offerta di Ehiweb il cui servizio abbiamo avuto in prova con il nuovo 7270. VoIP e telefonia tradizionale insieme sono un’accoppiata davvero vincente che offre ancora più vantaggi permettendo il massimo dell’ottimizzazione nella comunicazione vocale.

Una porta, tante possibilità

Tante sono le funzioni del FRITZ!Box Fon WLAN 7270 che, come accennato, siamo costretti a non poter approfondire. Sarebbe però colpevole non menzionare la possibilità di collegare differenti tipologie di dispositivi USB, un’altra delle funzioni preziose dell’apparecchio di AVM. Sul retro del dispositivo c’è infatti una porta USB 2.0 a cui è possibile collegare ad esempio una stampante che, così,diventa un dispositivo di rete accessibile da tutti i computer collegati. La configurazione è semplicissima e il manuale – in italiano – riporta anche la procedura per Mac. L’unico limite del FRITZ!Box come server di stampa di rete è nei confronti dei cosiddetti multifunzione, un limite attribuibile a questa tipologia di prodotti e non al dispositivo; è comunque sempre possibile collegarli attraverso una connessione remota USB.

Al FRITZ!Box si può poi collegare una unità di memoria: da una semplice chiavetta flash a un hard disk a cui si può accedere da tutta la rete o via FTP o tramite connessione remota. Nel primo caso le unità di memoria devono essere rigorosamente formattate in FAT32, nel secondo anche con il file system NTFS. Il formato tipico dei dischi dei nostri Mac, HFS+, è dunque escluso. Si tratta in verità di una situazione tipica e a cui siamo abbastanza abituati: se AVM avesse implementato anche questo, sarebbe stato davvero il massimo.

La porta USB integrata offre anche la funzione FRITZ!Musikbox che, come il nome lascia chiaramente intendere, altro non è che un server di streaming audio che permette la diffusione dei brani contenuti nella memoria USB attraverso qualsiasi ricevitore compatibile con lo standard UPnP-AV. Il tutto ovviamente anche senza alcun computer collegato.

Anche qui l’unico limite sta nei formati supportati: il FRITZ!Musikbox riproduce esclusivamente file MP3, WMA e WAV, lasciando dunque fuori il “nostro” AAC, il formato tipico dei brani contenuti nelle nostre librerie di iTunes.

Non sono certo queste ultime due mancanze, comunque, a minare minimamente la validità di un dispositivo come il FRITZ!Box Fon WLAN 7270. Si tratta di un prodotto davvero eccezionale: un vero e proprio concentrato di possibilità di comunicazione, di ottima fattura, anche sotto il profilo della sua interfaccia di configurazione. Per quello che è e che offre, il prezzo, che a prima vista potrebbe sembrare alto rispetto ad altri dispositivi di connessione wireless, è anche più che adeguato, rendendolo per di più un ottimo acquisto (considerando anche i ben cinque anni di garanzia).

Caratteristiche tecniche
– router WLAN con server DHCP e IP masquerading/NAT (Network Address Translation)
– modem ADSL integrato con supporto ADSL e ADSL 2+
– PBX per telefonia via Internet e su linea fissa (linee ISDN e POTS)
– stazione base DECT integrata (GAP) per collegare fino a 6 telefoni cordless; predisposto per il nuovo standard DECT
con migliore qualità voce (CAT-iq)
– posta vocale integrata
– reti wireless WLAN conformi a 802.11n (bozza 2.0, fino a 300 Mbit/s totali), WLAN 802.11g, b, e
– supporto WLAN per connessioni a 2,4 GHz e 5 GHz
– crittografia WLAN con modalità mista WPA/WPA2, WPA2, WPA, WEP-64 o WEP-128
– modalità risparmio energetico WLAN
– porta USB 2.0 per dispositive quali stampanti e supporti di archiviazione per un utilizzo combinato nella rete;
memoria disponibile in LAN, WLAN e Internet
– funzione FRITZ!Musikbox compatibile con ricevitori UPnP-AV
– firewall con ispezione pacchetti stateful e inoltro sicuro alle porte per i server locali
– dimensioni: 210 x 155 x 25 mm; installazione su un piano o a parete
– consumo medio 6-8 Watt

Punteggio
5/5

info
AVM
www.fritzbox.eu

distribuito da
Alias
www.alias.it
0432 287777
€ 207,50 + Iva

Pro
– dispositivo che integra in un solo apparecchio tutte le funzioni di comunicazione: di rete via cavo e wireless e telefonica
– interfaccia di comunicazione e manualistica in italiano
– ben cinque anni di garanzia

Contro
– le unità di memoria collegate via USB non possono essere formattate in HFS+;
– la funzione FRITZ!Musikbox riproduce esclusivamente file MP3, WMA e WAV e non gli AAC

Pubblica i tuoi pensieri