Editoriale Applicando n. 303, agosto 2011

Il clima estivo non rallenta certo il ritmo delle novità che arrivano dalla casa di Cupertino. Tutt’altro. Archiviato l’appuntamento annuale con la Worldwide Developers Conference 2011 (a proposito, i tanti sviluppatori che non hanno potuto assistere a …

Il clima estivo non rallenta certo il ritmo delle novità che
arrivano dalla casa di Cupertino. Tutt'altro. Archiviato l'appuntamento
annuale con la Worldwide Developers Conference 2011 (a proposito, i
tanti sviluppatori che non hanno potuto assistere alla WWDC potranno
consultare su http://developer.apple.com, ovviamente se registrati sul
portale Developer di Apple, gli oltre 100 video e presentazioni tratti dalle
sessioni che gli ingegneri di Cupertino hanno tenuto alla conferenza di
San Francisco), con le importanti anteprime di iCloud, iOS 5 e Lion - che
sarà con ogni probabilità già in distribuzione quando leggerete queste
righe -, è arrivato a stretto giro l'annuncio di Final Cut Pro X. La nuova
versione del software di editing video professionale della Mela morsicata
si è presentato non come semplice aggiornamento, ma come una vera e
propria rivoluzione nei flussi di lavoro. Ciò ha suscitato entusiasmo ma
anche tante polemiche, con molti utenti del settore professionale che
non hanno lesinato dure critiche su alcuni aspetti della nuova versione.
Nel primo Focus analizziamo cosa è cambiato in Final Cut Pro X e
cerchiamo di capire se questo importante aggiornamento è una vera
rivoluzione o piuttosto un mezzo passo falso.
Le nostre prove non si limitano al software targato Apple. Nella sezione
Test abbiamo questo mese ben tre configurazioni della più recente
gamma iMac. Nella consueta, e ormai familiare, elegante livrea
d'alluminio si cela una potenza elaborativa sempre più importante, e i
risultati dei benchmark lo confermano.
In attesa di Lion, a cui nei prossimi numeri dedicheremo ampio spazio,
apriamo questo mese la sezione Tutorial con quella che si è rivelata
essere una delle funzioni più preziose di Mac OS X, sin da quando fu
introdotta in Tiger: Spotlight. Vedremo quindi come sfruttare al meglio il
potente e veloce motore di ricerca incorporato in Mac OS X e il
meccanismo dei metadati su cui si basa il suo funzionamento.
Solitamente parte dei mesi estivi è dedicata anche alle vacanze: nel
secondo tutorial facciamo la conoscenza con dieci App per iPad per il
tempo libero. E per chi ama portare a casa e condividere con parenti e
amici i ricordi filmati delle vacanze, nell'articolo di chiusura della sezione
Tutorial impariamo a fare tutto ciò semplicemente con un iPhone 4,
grazie all'App iMovie per iOS, compatibile anche con iPad 2 e iPod touch
di quarta generazione.
Il gioco del Logout è Borderlands: Game of the Year Edition, i cui scenari
post-apocalittici sono vietati ai minori di 18 anni e sconsigliati alle
persone impressionabili. Chiudono la sezione Logout e questo numero
estivo, come di consueto, le rubriche dei nostri opinionisti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here