Editoriale Applicando n. 268, settembre 2008

iPhonando –

Condividendo le stesse basi del sistema operativo del Mac, l’iPhone, così come anche l’iPod touch non dimentichiamolo, sono la nostra piattaforma, molto di più di quanto lo sia stato ad esempio l’iPod

Ancora l'iPhone in copertina? Ma che è… Applicando è diventata una rivista di gadget digitali o, peggio, ha deciso di sfruttare spudoratamente l'ossessione per il nuovo dispositivo Apple che sembra ormai aver coinvolto tutti, anche chi non ha mai avuto alcun interesse per le cose tecnologiche? No, non è questa la nostra intenzione e potete star certi che Applicando non sta diventando iPhonando (… terribile, suonerebbe davvero terribile!). Abbiamo dedicato la copertina di questo mese ancora una volta all'iPhone - anzi agli iPhone, visto che ora sono due: bianco e nero - perché dopo averne tanto parlato, dopo averlo atteso per così tanto tempo in versione ufficialmente distribuita in Italia, siamo finalmente riusciti a metterci su le mani, a provarlo, ad analizzare il design in ogni dettaglio e ad iniziare a esplorare le novità del nuovo OS X 2.0 che lo anima. Il primo articolo della rubrica Focus di questo mese è dunque dedicato a questo nostro primo “incontro ravvicinato”.

Anche senza metterlo in copertina, nei prossimi numeri continueremo comunque a parlare di iPhone. E in maniera sempre più approfondita: per noi che ci occupiamo di cose di Apple non è semplicemente il gadget più cool del momento… è a pieno titolo un componente della nostra piattaforma che ha già dimostrato di essere fondamentale: condividendo le stesse basi del sistema operativo del Mac, l'iPhone, così come anche l'iPod touch non dimentichiamolo, sono la nostra piattaforma, molto di più di quanto lo sia stato ad esempio l'iPod. Come quest'ultimo è stato per Apple un “cavallo di troia” per espandere enormemente la notorietà del suo marchio, l'iPhone sta dimostrando di poter fare altrettanto in un ambito ancora più cruciale, quello dello sviluppo: l'enorme partecipazione alla scorsa WWDC è stato un segnale inequivocabile. Mac OS X, in tutte le sue incarnazioni, si prepara a vivere una stagione decisamente importante.

Nel numero che state per sfogliare non si parla comunque solo di iPhone. Anzi, questo mese Applicando esplora lo stato di salute del Mac in un ambito storicamente critico, quello dei videogiochi: anche qui il futuro sembra prospettarci qualche interessante novità. C'è poi una piacevole sorpresa… un utente Mac a 360° che in passato è stato anche collaboratore della nostra rivista e che abbiamo ritrovato fra gli sceneggiatori del film Gomorra. Le strade del Mac sono infinite.

—Francesco D'Ambrosio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here