OS X: duplicare lo schermo del Mac su un TV Samsung (senza Apple TV)

samsung smart tv duplicare lo schermo

Apple TV sta diventando un oggetto sempre più dotato di funzioni ed è tutto sommato un accessorio relativamente a basso costo per lo Smart TV di casa, in particolare se usiamo molto i contenuti video dell’iTunes Store e vogliamo anche visualizzare su grande schermo i video e le immagini che conserviamo sul Mac. In questo caso la funzione AirPlay permette di farlo in maniera davvero molto semplice: basta selezionare la Apple TV come dispositivo di output e riusciamo a duplicare lo schermo del Mac.

Non è detto però che una Apple TV sia la soluzione ideale per tutti. Se usiamo poco (o per nulla) la parte video/cinema di iTunes Store è relativamente poco utile, inoltre è uno scatolotto in più da tenere vicino allo Smart TV. Il quale, tra l’altro, è sempre più smart e dispone di sue applicazioni per connettersi a vari servizi di video online, da Netflix a Infinity passando per diversi altri.

La funzione che potrebbe essere ugualmente utile anche per chi non vuole l’Apple TV è la duplicazione (mirroring) dello schermo del Mac su Smart TV. Non per tutti, ma per chi ha uno Smart TV Samsung recente – e sono in molti – la cosa è fattibile con semplicità al modico prezzo di 9,99 euro. È la somma che serve per acquistare Mirror for Samsung TV dal Mac App Store, un piccolo software che appunto collega via Wi-Fi un Mac a uno Smart TV della casa coreana.

Come duplicare lo schermo

La menulet: pochi comandi ma quelli che servono
La menulet: pochi comandi ma tutti quelli che servono

Una volta acquistato il software lo si installa e lo si avvia. A questo punto l’utility – che si è posizionata come menulet nella barra dei menu – scansiona la rete Wi-Fi a cui è collegato il Mac alla ricerca dello Smart TV, che deve quindi essere collegato in Wi-Fi alla medesima rete. Dopo un paio di secondi questo appare nella lista dei dispositivi e si può selezionarlo per attivare il mirroring. Il software dello Smart TV richiederà l’autorizzazione a connettersi con un nuovo dispositivo che non conosce (il Mac), data questa apparirà a video ciò che già vediamo sul Mac.

La trasmissione dei dati video avviene in Wi-Fi e quindi non è in tempo reale: tenete conto di due-tre secondi di ritardo tra il display del Mac e il grande schermo. L’utility ha tre impostazioni per gestire le comunicazioni a seconda della qualità della rete wireless, se lo Smart TV è in un’area affollata di altre reti è meglio selezionare un’impostazione conservativa. Il ritardo di visualizzazione non permette di usare questo sistema per giocare, ma per tutto il resto che non è altrettanto interattivo è una soluzione praticabile.

Conviene però prima provare la versione di test di Mirror for Samsung TV, che si scarica a questo link. È anche l’unico modo per verificare che il proprio televisore Samsung sia compatibile.

LASCIA UN COMMENTO