Dungeon Tiles: un quasi-RPG con la logica di Threes

Dungeon Tiles

È sempre stato difficile portare i Role Playing Game (RPG) su iPhone: in una implementazione tradizionale gli elementi da considerare sono troppi e alla fine il gioco, se non siamo appassionati del genere, diventa complesso per poter giocare alla “casual gamer”, qualche minuto senza impegno e poi basta. Dungeon Tiles cerca di risolvere il problema con un approccio diverso.

Per la dinamica di gioco Dungeon Tiles prende in prestito la logica di Threes, quindi va benissimo per il casual gaming. Quello che si deve fare è solo muovere le tessere sul display in modo che si combinino insieme. Del RPG il gioco prende invece solo lo spirito essenziale: l’eroe (noi) combatte draghi, guadagna oro e rischia la vita.

Questi tre elementi vengono resi con tessere di tipo diverso. Combinare tessere con monete d’oro aumenta la nostra ricchezza, che potremo usare per acquistare potenziamenti. Unire quelle con i cuori aumenta i nostri punti-vita.

Combinare tessere con i draghi o con le spade equivale a un combattimento ed è il momento in cui vari elementi si fondono: unendo spade riduciamo i punti-drago, un elemento importante perché sono quelli che verranno sottratti ai punti-vita quando uniamo invece le tessere con i draghi. Ci vuole quindi un minimo di strategia o comunque di attenzione nel come si combinano le tessere.

Il gioco poi è reso più articolato da un sistema di livelli esperienza che aumentano la difficoltà degli schemi. E c’è anche una modalità a due giocatori, in cui ci si scambia l’iPhone e la combinazione delle tessere effettuata da un giocatore sul suo schema influenza quella del contendente. Non banale.

Dungeon Tiles
Developer: Iyoda
Price: Free
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
  • Dungeon Tiles Screenshot
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO