Dropbox Infinite: storage virtualmente infinito, ma con polemiche

dropbox

La premessa sembra ottima: avere uno spazio storage online su Dropbox virtualmente infinito anche se usiamo un dispositivo con poco storage locale. Dropbox propone questo con il suo Project Infinite, presentato qualche tempo fa. In realtà lo spazio a nostra disposizione resta il solito, ovviamente, solo che la nuova funzione permetterà di “vedere” nella cartella locale del Mac quello che è contenuto in un’altra cartella di dimensioni arbitrarie e di scaricare in locale solo quello che ci serve.

Gli scenari delineati da Dropbox sono soprattutto in campo aziendale e professionale (si tratta infatti di una funzione di Dropbox for Business). Immaginiamo di far parte di un’azienda o un gruppo di lavoro che ha su Dropbox diversi terabyte di documenti: ci farebbe comodo averli sempre a disposizione ma sarebbe impossibile con la classica sincronizzazione dei contenuti veri e propri di una cartella. L’alternativa, ossia consultare la cartella collettiva via browser, è scomoda.

Qui entra in scena Dropbox Infinite: non prevede la sincornizzazione integrale dei file ma della sola struttura di cartelle, sottocartelle e file. Così si vedono tutti gli elementi in cloud ma solo come “puntatori” e noi possiamo decidere cosa sincronizzare davvero portandolo anche in locale. Se facciamo doppio clic sul puntatore di un documento, questo se non è già in locale sarà scaricato automaticamente e poi aperto.

Tutto bene e Dropbox ha ricevuto solo complimenti, fino al momento in cui ha spiegato che questo meccanismo può funzionare solo se il client di Dropbox si collega direttamente al cuore (il kernel) del sistema operativo, perché deve legarsi al filesystem del computer locale. Qui sono insorti gli utenti più sensibili alla sicurezza e alla privacy, Dropbox ha ribattuto che anche altri software molto diffusi (come gli anti-malware) operano allo stesso modo e che comunque sta portando avanti da un anno test per garantire che tutto funzioni a dovere. Sarà almeno possibile disattivare questa modalità di funzionamento? Per ora non si sa, si può solo aspettare qualche altro chiarimento.

LASCIA UN COMMENTO