Disponibile la beta pubblica di Office per Mac 2016

Il cloud è il centro nevralgico della nuova versione di Office 2016 per Mac di cui da oggi è disponibile per il download la versione beta pubblica.

Obiettivo di Microsoft è consentire l’accesso alle informazioni e ai documenti su OneDrive, OneDrive for Business e SharePoint ovunque ci si trovi e in ogni momento. Il tutto consentendo di sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla piattaforma Mac, prima fra tutte il supporto del display retina.

La nuova edizione della suite Microsoft propone versioni rivedute e corrette di tutte le applicazioni che la compongono, Word, Excel, PowerPoint, OneNote e Outlook. La società assicura che le novità risultano immediatamente evidenti appena si avviano le applicazioni: l’interfaccia è stata infatti completamente rivista e ora presenta una nuova ribbon più intuitiva volta a portare a individuare immediatamente le funzioni che si stanno cercando.

Alla stessa maniera, Word consente di gestire in modo più organizzato e immediato font, layout e colori all’interno di tutto il documento. Il pannello di navigazione aiuta a rifinire in modo accurato molti di quei dettagli che permettono di avere documenti più accattivanti e di bell’aspetto. In tema condivisione, molto apprezzata sarà la funzione che permette di convertire le fasi di editing in conversazioni.

Dal canto suo, Excel vede una maggiore automatizzazione del data entry per consentire di perdere meno tempo nell’immissione dei dati e dedicarne di più alla loro elaborazione. L’integrazione di funzioni per il supporto di Excel 2013 per Windows consente poi un migliore dialogo tra le due piattaforme. Va da sé che la sezione di analisi presenta strumenti ancor più sofisticati per redigere statistiche, tabelle Pivot e report ancor più utili.

PowerPoint 2016La collaborazione nella creazione e più accurate funzioni di presentazione caratterizzano il nuovo PowerPoint, mentre OneNote consente di organizzare in modo più strutturato e gerarchico le idee. Ma anche di ritrovarle più facilmente tramite un più veloce sistema di ricerca.

Da ultimo, Outlook. Molte funzioni sono state riprese dalla versione rilasciata lo scorso ottobre all’interno dell’offerta Office 365, che già supportava la push mail. In Office per Mac è stata migliorata l’organizzazione delle conversazioni per collegare immediatamente tutti i messaggi inerenti lo stesso argomento. Inoltre, per consentire una scorsa più veloce ma anche più accurata delle mail in arrivo, è stata rivista la preview, in modo da capire immediatamente se si tratta di messaggi importanti da leggere subito o se può attendere un secondo momento.

Ovviamente questo è solo un breve resoconto di tutte le possibilità del nuovo Office per Mac 2016. Molte altre le potete scoprire di persona scaricando la versione beta. Ricordiamo che non si tratta di un’edizione commerciale, quindi è suscettibile di difetti e bug, che saranno eliminati entro il suo rilascio definitivo che è previsto per la prossima estate. Nel frattempo utilizzatela con cura e installatela su macchine che non contengono documenti strategici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here