Dischi esterni: come mantenerli nella sidebar cartelle del Finder

Dischi esterni

È una situazione comune per chi ha un Mac portatile: ci si sposta da una postazione all'altra e in ciascuna di esse colleghiamo il Mac a uno o più dischi esterni USB o Thunderbolt specifici di quel luogo. Sarebbe comodo avere sempre a portata di clic le cartelle di lavoro di questi dischi che usiamo regolarmente: il luogo virtuale più logico è la barra laterale delle finestre del Finder, progettata proprio per ospitare elementi del genere.

Il problema è che non è semplice ottenere questo risultato per le cartelle dei dischi esterni. Anche se sembrerebbe logico, perché il Finder gestisce automaticamente il riconoscimento dei dischi esterni collocandoli nella barra laterale. C'è una opzione apposta nelle sue preferenze: è nel pannello Barra laterale, nella sezione Dispositivi, e si chiama Dischi esterni. Attivandola, nella sidebar appariranno le icone dei dischi collegati direttamente al Mac.

finder-prefIl Finder gestisce in questo modo - e senza problemi - i dischi esterni nel loro complesso, però, non le loro cartelle. Se trasciniamo una o più cartelle dei dischi esterni sulla sidebar, che è il sistema usato di solito per averle sempre sottomano, queste cartelle scompariranno non appena i rispettivi dischi saranno scollegati dal Mac.

Dischi esterni, un aiuto dagli alias

La soluzione al nostro poblema sta in un uso un po' creativo degli alias. Invece di trascinare sulla sidebar le cartelle che ci interessano, prima ne creiamo un alias con il comando File > Crea alias o con la combinazione di tasti Comando-L. Poi prendiamo l'alias e lo trasciniamo dal disco esterno al disco di avvio. Non importa in che posizione del disco lo poniamo.

A questo punto trasciniamo sulla sidebar l'alias della cartella che abbiamo spostato sul disco di avvio. Attenzione: non l'alias originario che è ancora sul disco esterno, proprio la sua copia che ora è sul disco interno.

Questo alias non scompare dalla sidebar quando scolleghiamo il disco esterno con la cartella a cui punta, perché l'alias in sé è ancora disponibile per il Finder. Ovviamente, cliccare sull'alias se il relativo disco è scollegato porta a un messaggio di errore perché il Finder non può mostrare una cartella irraggiungibile.

aliasAl messaggio di errore clicchiamo su OK: la finestra del Finder si chiude ma non succede nient'altro. Quando invece il disco è collegato la nostra cartella di lavoro è nel posto più comodo, a portata di clic proprio come volevamo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO