Trova il mio iPhone, come (e perché) disattivarlo

Trova il mio iPhone

Alla prima configurazione di qualsiasi dispositivo iOS ci viene chiesto di attivare la funzione Trova il mio iPhone e di solito tutti lo facciamo. Si tratta in effetti di una funzione molto utile: se è attiva possiamo verificare la posizione di quel dispositivo via web (su icloud.com) oppure con l’app Trova il mio iPhone usando un altro dispositivo iOS. In caso di problemi possiamo anche, per sicurezza, bloccare il dispositivo o cancellarne i contenuti.

Perché quindi dovremmo voler disattivare una funzione che ha molti vantaggi? Essenzialmente perché è una funzione di sicurezza talmente “solida” che crea problemi quando sull’iPhone o iPad deve intervenire qualcuno che non sia il legittimo proprietario. Un dispositivo iOS protetto da Trova il mio iPhone non può essere riportato alla configurazione di fabbrica o ripristinato.

Così, per evitare ad esempio di andare in un Apple Store per ripristinare un iPhone di qualcun altro e scoprire di aver fatto un viaggio a vuoto, perché i tecnici non possono intervenire su di esso, quel qualcun altro deve aver eliminato Trova il mio iPhone. Può comunque riattivare la funzione in seguito.

trova-iphoneL’operazione è semplicissima, a patto di avere la password dell’Apple ID a cui è registrato il dispositivo iOS. Ci si porta in Impostazioni > iCloud > Trova il mio iPhone e si sposta il cursore nella posizione non attiva. iOS ci chiede la password dell’Apple ID, inseriamola e poi tocchiamo Disattiva.

Ovviamente l’operazione va fatta anche quando cediamo il dispositivo a qualcun altro, ma in quel caso è meglio eseguire direttamente una inizializzazione completa del device stesso.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO