Cubasis 2 è la nuova generazione dello studio di produzione musicale per iPad che consente di comporre, arrangiare, mixare e editare i brani in qualsiasi luogo e momento, con il tablet della Mela. La nuova major release si basa naturalmente sulla prima versione di Cubasis così come è stretta la parentela con Cubase, il sistema professionale di produzione musicale desktop di Steinberg, con cui condivide il look and feel dell’interfaccia e la compatibilità dei progetti, che possono essere importati facilmente in Cubase.

Tra le principali novità di Cubasis 2 c’è l’algoritmo zplane élastique 3 per il time-stretching in tempo reale per far corrispondere il tempo dei loop audio; l’app consente anche di cambiare la lunghezza dell’audio senza modificarne la tonalità. Il channel strip di livello professionale dell’app include un corredo di effetti con un filtro, un compressore, un noise gate e un tape/tube saturator. Un’altra nuova aggiunta è lo Spin FX, con un bagaglio di strumenti ed effetti per Dj; al synth virtual analog Micrologue sono state aggiunte decine di nuovi suoni.

Cubasis 2 per iPad, semplice e intuitivo

L’usabilità di uno studio di produzione musicale per iPad, che opera su uno schermo dalla superficie ridotta, è un elemento critico: in Cubasis 2 l’interfaccia è stata ridisegnata e perfezionata avendo in mente proprio l’usabilità e la semplicità, oltre naturalmente alla ottimizzazione per iOS. A proposito di iOS, Cubasis 2 arriva testato e compatibile con l’ultima versione appena rilasciata del sistema operativo di iPad, è dunque “ready for iOS 10”. C’è inoltre una serie di ulteriori potenziamenti e migliorie in vari aspetti dell’app.

Insieme a Cubasis 2 è stata rilasciata anche la versione “ridotta” Cubasis LE 2, che può essere espansa alla versione completa mediante acquisto in-app. Anche quest’ultima offre acquisti in-app con pacchetti di effetti. Cubasis 2 è disponibile su App Store al prezzo di 49,99 euro; per promuovere il lancio è in corso un’offerta al prezzo speciale di 24,99 euro, valida dal 22 settembre al 6 ottobre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO