Cinque modi per consumare meno banda con iPhone

recuperare mail

È difficile per noi immaginare di essere completamente scollegati da Internet e dai social network. E sarebbe anche impossibile, dato che la gran parte delle applicazioni che abbiamo sul nostro iPhone - e anche iOS stesso - si collegano regolarmente a Internet per gestire le loro operazioni e per aggiornarsi. Non è un male in assoluto, ovviamente, ma è bene poter almeno sapere in che modo e con che intensità le app e il sistema operativo consumano il monte di gigabyte assegnatoci dal nostro operatore mobile, dato che paghiamo a caro prezzo qualsiasi suo sforamento. Ecco quindi cinque mosse per consumare meno banda o comunque per tenere sotto controllo i collegamenti attivati dal nostro iPhone.

1. Le app mangia-banda

Per consumare meno banda dobbiamo innanzitutto sapere chi ne consuma di più. È facile. Portiamoci in Impostazioni > Cellulare e in fondo alla pagina appare una lista delle app che hanno consumato più banda da quando abbiamo azzerato l'ultima volta le statistiche (il pulsante per farlo è in fondo alla stessa pagina).

L'elenco non è in ordine di consumo ma alfabetico. Scorriamolo per scoprire le app più "esose" nell'utilizzo della banda e, se opportuno, blocchiamo loro l'accesso alla rete cellulare spostando il cursore corrispondente.

2. Bloccare Wi-Fi Assist

Wi-Fi Assist, che in italiano si chiama Assistenza Wi-Fi, è una funzione introdotta in iOS per garantire che nel caso in cui la connessione Wi-Fi che stiamo usando cada per qualche motivo, venga subito sostituita dalla rete cellulare. È una funzione che ha molti usi positivi ma anche un rischio: se abbiamo optato per usare il Wi-Fi è anche per consumare meno (o affatto) banda mobile, cosa che l'opzione di fatto nega.

Wi-Fi Assist non si attiva indiscriminatamente per qualsiasi connessione dati e in ogni situazione, ad esempio Apple ha fatto in modo che non si attivi quando siamo in roaming, ma se vogliamo essere sicuri che non si attivi mai dobbiamo disattivarla a mano.

L'interruttore che controlla l'opzione è Assistenza Wi-Fi e si trova in fondo alla schermata Impostazioni > Cellulare descritta prima.

3. Bloccare gli Store

L'iTunes Store e l'App Store possono attivare automaticamente connessioni dati, di solito per scaricare sullo specifico dispositivo gli acquisti fatti su altri (se questa opzione è attivata) e per aggiornare le app già presenti. Due opzioni comode ma che non aiutano a consumare meno banda.

Portiamoci in Impostazioni > iTunes Store e App Store. In fondo troviamo l'opzione Utilizza dati cellulare, che dovrebbe essere disattivata: in questo modo qualsiasi download automatico avverrà solo in presenza di una connessione Wi-Fi.

Già che ci siamo, con le opzioni precedenti a quella descritta possiamo definire quali elementi (musica, app, aggiornamenti...) possono essere scaricati automaticamente dal nostro iPhone.

4. Occhio a iCloud Drive

iCloud Drive è il "luogo" virtuale dove possono conservare dati molte app. Sicuramente tutte quelle di Apple, ma anche ormai moltissime sviluppate da terze parti. Nessun problema quando siamo coperti da una rete Wi-Fi, ma l'accesso costante alla "nuvola" di Apple può essere un problema se siamo coperti solo da una rete mobile.

Portiamoci in Impostazioni > iCloud > iCloud Drive. In questa sezione vediamo un (lungo) elenco delle app che possono accedere al nostro spazio iCloud. Non è necessario che proprio tutte possano farlo, disattiviamo il cursore associato per quelle che non ci interessano.

Ma soprattutto, scorriamo la pagina fino in fondo e disattiviamo l'opzione Utilizza dati cellulare. Attenzione: è chiaro che in questo modo quando siamo in mobilità non potremo sfruttare alcune opzioni di iCloud, ad esempio sincronizzare con il cloud le modifiche che apportiamo ai documenti che di solito conserviamo nella nuvola Apple.

5. L'aggiornamento in background

Alcune app hanno bisogno di aggiornare i propri dati in background, ossia anche quando non sono l'app in primo piano. Il caso tipico che spesso si cita è quello dei navigatori per auto, ma ormai quasi tutte le applicazioni si auto-configurano come in grado di aggiornarsi in tempo reale.

Questa funzione non si può impostare in modo che sia attiva solo su rete Wi-Fi: o è attiva sempre per quella specifica app oppure non lo è mai. Portiamoci in Impostazioni > Generali > Aggiornam. app in background per vedere l'elenco delle applicazioni che si sono "autorizzate" all'aggiornamento. Per consumare meno banda disattiviamo quelle che non ha una vera utilità aggiornare in background e, se necessario, disattiviamo del tutto la funzione con l'interruttore in cima alla pagina.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO