Come passare da Gmail alla posta di iCloud senza problemi

creare filtri mail ios 10

Gmail è probabilmente il servizio di posta elettronica più usato in assoluto, e con ragione. È gratuito, semplice, accessibile via web o con i client di posta, funziona bene anche sui device portatili come iPhone e iPad. Ma in quanto utenti Apple abbiamo anche un indirizzo iCloud, collegato probabilmente al nostro ID Apple. Possiamo ignorarlo, oppure possiamo decidere di usarlo al posto di Gmail.

Perché farlo? Gmail ha molti motivi per farsi preferire e solo uno che ogni tanto lascia perplessi: il suo essere gratuito in realtà lo paghiamo dando costantemente informazioni a Google, derivate dai nostri messaggi di posta. In alcuni casi possiamo optare per un servizio più "garantista" come iCloud. E comunque nulla vieta di usare entrambi, magari per comunicazioni diverse.

Se pensiamo di abbandonare Gmail dobbiamo "traghettare" i suoi messaggi più importanti all'account iCloud e poi fare in modo che la posta di Gmail sia reinstradata all'indirizzo di iCloud, a meno che non chiudiamo del tutto e immediatamente l'account di Google. Cosa che potrebbe essere un po' affrettata e potrebbe farci perdere qualche messaggio importante.

Spostare i messaggi

Partiamo dal presupposto (non scontato) di stare già usando Apple Mail per leggere la posta di Gmail. Se è così, abbiamo già i messaggi ricevuti e una struttura di cartelle da considerare nel passaggio a iCloud. Altrimenti dobbiamo prima configurare Mail per scaricare la posta di Gmail e poi effettuare la migrazione. Ovviamente, Apple Mail deve essere configurato per gestire anche la posta di iCloud, di solito però il Mac imposta il tutto automaticamente alla prima configurazione quando gli indichiamo di usare iCloud.

Fatte queste premesse, la prima cosa da fare è replicare nell'account iCloud la struttura di cartelle che aveva l'account Gmail. Questa struttura di solito replica l'organizzazione delle tag di Gmail. Per creare una nuova cartella nell'albero gerarchico dell'account iCloud, selezioniamo la sua casella Entrata, attiviamo il menu contestuale e scegliamo il comando Nuova casella. Diamo alla casella il nome opportuno e come Posizione lasciamo iCloud.

Una volta creata la struttura delle cartelle è il momento di spostare i messaggi che vogliamo mantenere. Non saranno, idealmente, tutti. Selezioniamo nelle loro cartelle i messaggi che ci interessano e dal menu contestuale scegliamo Copia in, selezionando poi la cartella iCloud di destinazione. In teoria possiamo anche trascinare i messaggi da una cartella all'altra, ma il comando esplicito appare più sicuro.

Chiudere con Gmail

Visto che non abbiamo intenzione di continuare a ricevere posta Gmail con Apple Mail, cancelliamo il relativo account. Per cancellare un qualsiasi account nell'applicazione per la posta basta portarsi nelle sue preferenze, sezione Account. Nella barra laterale sinistra selezioniamo l'account e poi, in basso, il pulsantino con il segno meno.

È però quasi certo che l'account Gmail sia sotto la "copertura" di Account Internet, una sezione delle Preferenze di Sistema che gestisce i vari account che abbiamo sulle piattaforme di posta e messaggistica. La cancellazione via Mail ci porterà qui, la procedura da seguire è la stessa: selezione nella sidebar e clic sul pulsantino "-" in basso. Ci viene chiesta una conferma, poi macOS procede alla cancellazione.

Conviene comunque impostare Gmail perché i messaggi in arrivo al nostro "vecchio" indirizzo siano trasferiti (almeno per un po') a quello nuovo su iCloud. Lo si fa ovviamente dall'interfaccia web di Gmail, cliccando sull'icona con l'ingranaggio in alto a destra e poi scegliendo Impostazioni. Nella finestra che appare scegliamo Inoltro e POP/IMAP per passare alle relative opzioni.

Cliccando su Aggiungi un indirizzo di inoltro e inserendo il nostro indirizzo iCloud diamo il via alla procedura di inoltro, che richiede giustamente varie conferme. Come è spiegato nella schermata, possiamo anche attivare l'inoltro solo per i messaggi che superano un certo filtro. Questo permette - se tutto funziona - di farsi mandare solo i messaggi davvero importanti.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here