Come muoversi in iBooks per Mac

iBooks per Mac

La maggior parte degli utenti Apple usa e apprezza iBooks, il software per la lettura di libri digitali collegato all’iBooks Store, ma quasi certamente lo utilizza solo sui dispositivi iOS, principalmente sugli iPad. iBooks invece esiste anche in OS X, dalla release 10.9 Mavericks in poi del sistema operativo per i Mac. È ovviamente molto più comodo leggere con un iPad
in mano che con un Mac in grembo o sulla scrivania, ciononostante è utile imparare a usare iBooks anche nella sua versione OS X perché in questa incarnazione desktop può dimostrarsi un ottimo strumento per la consultazione e lo studio su testi formativi e scolastici e sulla documentazione tecnica in generale. In questo senso, non dimentichiamo che iBooks non è limitato ai libri acquistati online: possiamo importare nella sua libreria anche documenti in PDF di qualsiasi tipo e usarli tanto su Mac quanto sui dispositivi iOS.
In più della versione iOS, iBooks per OS X rende molto più comode alcune funzioni native del software, in particolare le annotazioni, perché così possiamo usarle con un mouse e una tastiera.

Sul Mac abbiamo anche la possibilità di tenere aperti più testi contemporaneamente, passando dall’uno all’altro con semplicità, e la visualizzazione standard a doppia pagina e su uno schermo ampio ci dà una visione più completa del testo che stiamo scorrendo. iBooks per OS X ha poi in serbo alcune funzioni che nella controparte iOS mancano e che sono legate, non a caso, alla fruizione di testi scolastici o comunque di approfondimento. Il limite sta nel fatto che queste funzioni devono essere previste in fase di creazione del testo stesso con iBooks Author o comunque sono pienamente fruibili con i testi creati con il tool di Apple. E non tutti gli autori e gli editori, per ora, hanno davvero accettato la sfi da della didattica multimediale e interattiva. In queste pagine non illustriamo iBooks per OS X da zero - il software d’altronde è abbastanza intuitivo - ma solo alcune sue funzioni più di spicco o potenzialmente più utili.

____________________________________________________

Cliccate qui per continuare la lettura del tutorial sul numero di marzo 2015 di Applicando. Scoprirete così come ordinare le vostee librerie e categorizzarle. Ma potrete anche avere una panoramica su tutte le opzioni di letura e su come evidenziare il testo o apporre annotazioni.

Cliccate invece qui se volete sfogliare Applicando di marzo 2015.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here