Come mantenere aggiornate le applicazioni Mac

macbook app per la scrittura

Un Mac aggiornato è in teoria, e quasi sempre anche nella pratica, un Mac che funziona meglio. A meno che non ci siano limiti legati al nostro hardware, è bene mantenere aggiornate le applicazioni Mac e non solo il sistema operativo. In questo modo si è certi di avere a disposizione sempre le funzioni più evolute per i programmi che usiamo e, cosa non trascurabile, dovremmo anche evitare le possibili loro vulnerabilità.

Come si può fare per mantenere sempre aggiornate le applicazioni Mac? A seconda dei casi è talmente semplice da essere completamente automatico oppure richiedere una certa nostra attenzione. Vediamo perché, e come fare.

Aggiornare con il Mac App Store

Uno dei vantaggi che sono sempre stati presentati per il Mac App Store è che le applicazioni Mac scaricate dallo Store gestito da Apple possono essere aggiornate automaticamente e gli sviluppatori dovrebbero presentare regolarmente nuove versioni con nuove funzioni. Non è sempre così, ma se abbiamo scaricato software dal Mac App Store possiamo lasciar fare a macOS tutto il lavoro.

opzioni-mac-app-storePer fare tutto in automatico apriamo le Preferenze di Sistema e portiamoci nel pannello App Store. Qui troviamo una serie di opzioni, nella parte alta del pannello: attivandole tutte il Mac App Store verificherà periodicamente la presenza di aggiornamenti alle applicazioni Mac che abbiamo scaricato e anche a macOS, li scaricherà automaticamente e li installerà. Se non ci piace che tutto venga fatto in automatico possiamo modulare queste opzioni, oppure disattivarle del tutte e procedere manualmente.

In questo caso siamo noi a dover controllare la presenza di aggiornamenti. Lanciamo il Mac App Store e facciamo clic sul pulsante Aggiornamenti. Ci verrà presentato un elenco con tutti gli aggiornamenti disponibili per lo scaricamento e l'installazione. Le segnalazioni riguardano sia le applicazioni Mac sia il sistema operativo. Decidiamo quali aggiornamenti applicare cliccando sullo specifico pulsante Aggiorna, oppure aggiorniamo tutto in blocco con il pulsante Aggiorna tutto in alto a destra.

mac-app-storeFuori dal Mac App Store

Il Mac App Store è una buona fonte di applicazioni Mac ma non ha la stessa importanza che ha l'App Store in campo iOS. Molti sviluppatori - dai singoli programmatori alle grandi software house - trovano eccessivi i limiti imposti da Apple per poter stare nello Store e offrono i loro software direttamente. Sicuramente abbiamo software di questo tipo e dobbiamo seguire le loro specifiche procedure di aggiornamento.

C'è chi ha implementato un sistema complesso di gestione degli update, come Adobe per la Creative Cloud o Microsoft per Office, e chi si è limitato a inserire una voce per il controllo dei suoi aggiornamenti in qualche menu (di solito il menu Aiuto o quello applicazione) o nelle preferenze. Altri sviluppatori non hanno questa accortezza e si limitano a segnalare via mail la presenza di aggiornamenti. Insomma, le cose possono essere anche un po' confuse.

macupdateIl modo più semplice per tenere traccia degli aggiornamenti da applicare è MacUpdate. È un sito dove sono elencate costantemente le applicazioni Mac che vengono man mano aggiornate. In realtà vi si trova molto più di questo (una community, selezioni di app, offerte...) però possiamo usare il sito per cercare le nostre app e vedere se le dobbiamo aggiornare.

Se abbiamo molte applicazioni conviene usare MacUpdate Desktop, una utility che controlla per noi la presenza di aggiornamenti alle applicazioni e li installa direttamente. Comodo, ma a pagamento: con la semplice registrazione gratuita si possono gestire in questo modo cinque applicazioni Mac al mese, per 20 dollari ogni sei mesi il numero è illimitato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here