Batteria dell’iPhone: l’upgrade di iOS permetterà di disattivare il rallentamento

Risparmiare la batteria dell'iPhone

Quando con iOS 10.2.1 abbiamo introdotto per la prima volta le funzioni di gestione dell’alimentazione forse non siamo stati troppo chiari. Ma dal prossimo aggiornamento di iOS l’utente potrà disattivare la funzione di gestione della batteria dell’iPhone”. Queste le parole con cui Tim Cook torna sull’argomento della batteria dell’iPhone, che tanti problemi ha creato (e sta creando, viste le numero class action in atto) ad Apple. Cook si scusa profondamente con i clienti che hanno pensato che la società non abbia agito in buona fede. L’obiettivo, precisa Cook, era semplicemente di preservare lo smartphone da malfunzionamenti o addirittura di blocchi qualora il livello di salute della batteria fosse sceso sotto un certo livello: era stato detto che tale livello doveva essere una carica che non riusciva più ad andare oltre l’80% del valore massimo.

Obiettivo utente

Il nostro obiettivo è sempre stato l’utente - precisa Cook -. Per questo abbiamo ritenuto che sarebbe stato meglio ridurre un po’ le performance per evitare che l’iPhone si bloccasse magari durante una telefonata importante o mentre si sta scattando una foto di un evento irripetibile: l’utente è al centro di quello che facciamo. Non abbiamo agito con altre motivazioni. Forse avremmo dovuto essere più chiari”.

Apple si è scusata per l'incomprensione riguardo l'aggiornamento di iOS 10.2.1 e ha implementato un programma di sostituzione della batteria dell’iPhone che permette a tutti i clienti con modelli 6, 6s, 7, 6 Plus, 6s Plus, 7 Plus e SE di sostituire le batterie al costo di 29 euro (anziché 89) sino alla fine del 2018.

Non solo. Cook assicura che Apple sta introducendo nel prossimo upgrade di iOS migliori funzioni di monitoraggio della batteria dell’iPhone. Inoltre, permetterà anche ai clienti di spegnere la funzione di gestione dell'alimentazione, un’informazione che l'azienda non ha mai condiviso in precedenza. Il nuovo iOS sarà rilasciato agli sviluppatori il mese prossimo.

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here