Con AssistiveTouch si controlla meglio l’iPhone

Apple con iOS ha realizzato un sistema operativo che cerca di ridurre al minimo il numero di operazioni e tocchi necessari ad attivare una funzione o raggiungere un comando. Mediamente ci riesce bene ma talvolta preferiremmo avere più rapidamente sottomano alcuni elementi che invece sono persi tra menu e schermate. Senza ricorrere a particolari utility, possiamo a questo scopo usare una funzione - AssistiveTouch - che in realtà è stata sviluppata pensando agli utenti con disabilità (anche minime) e che quindi devono avere tutto l'aiuto possibile per usare comodamente e velocemente iOS. Ma la funzione può essere un aiuto per chiunque.

AssistiveTouch si trova in Impostazioni > Generali > Accessibilità, nella sezione Interazione. Si attiva con l'omonimo cursore e a quel punto sul display dell'iPhone appare, flottante, una icona semitrasparente e liberamente posizionabile ai bordi dello schermo. L'icona rappresenta il tasto fisico Home ma richiama un pannello in cui sono riportate alcune funzioni come l'attivazione di Siri, il Centro di Controllo o, attraverso sotto-pannelli, azioni sul device come bloccarlo, agitarlo o catturare una schermata.

La sezione di AssistiveTouch con l'icona-Home flottante
La sezione di AssistiveTouch con l'icona-Home flottante

Già questo può essere ciò che ci serviva, l'ulteriore vantaggio è che il menu di AssistiveTouch può essere personalizzato aggiungendo altre funzioni o sostituendo quelle di default. Le opzioni possibili sono sempre nella sezione AssistiveTouch, collegate alla voce Modifica menu principale.

Va tra l'altro notato che AssistiveTouch permette di eseguire con un solo dito gesture multitouch che ne richiederebbero due, come il pinch-to-zoom. Possiamo anche definire gesture nostre proprie, tracciandole a schermo e collegandole poi a nuovi comandi da eseguire, ancora una volta, con un solo dito e un solo tocco. Lo si fa dalla sezione Gesti personalizzati con il comando Crea un nuovo gesto.

LASCIA UN COMMENTO