Aprirà in ottobre a Napoli la prima iOS Developer Academy europea

iOS Developer Academy Università di Napoli San Giovanni a Teduccio

La notizia che la prima iOS Developer Academy europea sarebbe stata in Italia, a Napoli, era stata annunciata a gennaio congiuntamente da Tim Cook e dal Primo Ministro, Matteo Renzi. Ora arrivano i dettagli dell’iniziativa.

La iOS Developer Academy aprirà ufficialmente a ottobre 2016 presso l’Università Federico II e per il primo anno avrà oltre 200 studenti. Molti altri seguiranno negli anni successivi.

Gli studenti avranno la possibilità di frequentare un corso di nove mesi, progettato e supportato da Apple, con una struttura dedicata presso il nuovo campus a San Giovanni a Teduccio. La struttura include laboratori e accesso ai più recenti prodotti hardware e software Apple.

Durante il primo semestre, i corsi  della iOS Developer Academy avranno l’obiettivo di migliorare ed elevare le competenze degli studenti nello sviluppo software su iOS. Mentre durante il secondo semestre gli studenti parteciperanno a corsi sulla creazione di startup e progettazione di app, e collaboreranno fra loro per la creazione di app che potrebbero eventualmente arrivare all’App Store. Il programma è gratuito e sarà aperto a studenti provenienti sia dall’Italia sia da tutta Europa, con borse di studio disponibili per alcuni studenti a copertura delle spese primarie.

Gli studenti che desiderano saperne di più o candidarsi devono andare sul sito www.unina.it. Ai candidati sarà chiesto di fare un test online in italiano o in inglese, superato il quale potranno accedere alla fase successiva che prevede un colloquio. I candidati non devono necessariamente avere una formazione in information technology in quanto il corso è stato progettato per supportare un mix eterogeneo di futuri sviluppatori che spazia in diversi settori.

L’Università di Napoli Federico II ha anche in piano di assumere degli insegnanti per l’iOS Developer Academy nei prossimi mesi, con profili che vanno da sviluppatori esperti di app a designer e docenti di programmazione.

LASCIA UN COMMENTO