Apple vince la crociata: niente più Flash Player sui dispositivi mobili

Adobe rinuncia a proseguire nello sviluppo del player. L’ultima evoluzione sarà la versione 11.1 per Android. Via libera invece al supprto e allo sviluppo dei contenuti in formato HTML 5.

Adobe ha deciso di abbandonare Flash Player, almento sulle piattaforme mobili. La società guidata da Shantanu Narayen, fa sapere attraverso un suo blog che, dopo la 11.1 per Android non
rilascerà ulteriori versioni aggiornate di Flash Player destinate alle varie
piattaforme mobili e alle diverse configurazioni sistema operativo-browser
disponibili sul mercato. Piuttosto, gli sforzi di Adobe si concentreranno
nell'offrire agli sviluppatori tutti gli strumenti per realizzare applicazioni
native con AIR, che possano essere compatibili con tutti i principali app
store.

Sul blog si legge che oggi HTML 5 è universalmente supportato dai più diffusi dispositivi mobili e (come nel caso dei prodotti iOS) in modo esclusivo. Questo rende HTML 5 la migliore scelta per ceare e sviluppare contenuti nei browser sulle piattaforme mobili. In tal senso, Adobe precisa che continuerà a lavorare con i princiapli player di HTML 5, come Google, Microsoft Apple e Rim.

Ricordiamo che
l’adozione di Flash Player sui dispositivi Apple è stata da sempre strenuamente
osteggiata, tanto che lo scorso anno volarono parole arroventate tra Steve Jobs
e Shantanu Narayen.

Gli osservatori commentano la decisione di Adobe come una naturale conseguenza
della fredda accoglienza ottenuta su un'importante piattaforma come quella di
Apple e su un prodotto che, su Android, è parso ben lontano dall'essere
perfetto. Motorola, da parte sua, aveva più volte sbandierato il suo interesse
per Flash Player annunciandone l'imminente introduzione nel tablet Xoom. La
società, però, specificò poi che Flash Player sarebbe arrivato più tardi,
introdotto con un successivo aggiornamento.

Ed a questo punto, è altamente probabile che anche Adobe guardi con maggior
convinzione alle nuove specifiche HTML5. Se la notizia fosse confermata,
sarebbe in un certo senso una vittoria per Steve Jobs, ormai scomparso, che
aveva più volte criticato l'uso di Flash Player in ambito "mobile".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here