Apple: un brevetto per auricolari ancora più smart degli AirPods

apple airpods

Finora avevamo pensato che il massimo dello "smart" per gli auricolari fosse quello degli AirPods: avere un chip dedicato a gestire al meglio la connessione Bluetooth. Ma Apple pare avere altro in serbo, almeno a quanto mostrano tre brevetti che descrivono come realizzare auricolari che, oltre a farci sentire musica, possono anche misurare alcuni parametri fisici.

Il campo è prevedibilmente quello dell'attività sportiva, ma potenzialmente non solo. L'idea di Apple è utilizzare negli auricolari innanzitutto lo stesso tipo di sensori che viene usato nel Watch: sono sensori ottici che "inquadrano" una porzione di pelle illuminata da led, tipicamente verdi.

Una sezione degli auricolari immaginati da Apple. La parte x è il sensore ottico.
Una sezione degli auricolari immaginati da Apple. La parte 204 è il sensore ottico.

In questo modo i sensori possono valutare ad esempio il flusso sanguigno sottocutaneo e quindi la frequenza del battito cardiaco. Già altri produttori di dispositivi audio sportivi seguono questo approccio, che è abbastanza preciso.

La particolarità della soluzione Apple è che immagina un "blocco sensori" sostituibile, quindi la possibilità di offrire un prodotto non solo con un sistema ottico ma anche con altri tipi di sensori (temperatura, risposta galvanica...) eventualmente combinati insieme.

1 COMMENTO

  1. Wow, Apple vuole brevettare le Bragi Dash praticamente! 😀

    Mi sa che farà meglio a sborsare un po’ di soldi per acquisire l’azienda se ha intenzione di fare questa cosa, loro ci sono già arrivati da due anni e con risultati migliori delle Air Pods!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here