Apple TV: in stand by le trasmissioni live via Internet

Apple Tv

Secondo quanto riferisce Bloomberg in queste ore, Apple avrebbe deciso di sospendere il progetto di sviluppo di servizi televisivi live via Internet, preferendo dunque focalizzare il proprio impegno sulla piattaforma per l'Apple TV attraverso la quale i produttori di programmi possono vendere i loro contenuti agli utenti direttamente attraverso App Store.

Il piano di Apple di vendere un pacchetto di 14 canali per 30/40 dollari al mese, meno della metà rispetto a quanto costano tradizionalmente i bouquet per la pay-tv americana, avrebbe trovato forte resistenza da parte delle società produttrici di contenuti, che chiedono decisamente di più per la loro programmazione.

Poiché al momento le trattative sembrano essere in fase di stallo, con Apple poco propensa ad alzare il suo price-tag e i produttori televisivi per nulla intenzionati ad abbassare il loro, per la Casa di Cupertino la scelta naturale è quella di puntare sullo Store, cercando non solo di attrarre un numero sempre crescente di editori, ma anche gli sviluppatori, incoraggiati a creare nuovi contenuti di intrattenimento per la Apple TV.

In questo impasse, va detto, Apple è in buona compagnia.
Anche Amazon è al lavoro per dar vita a servizi di Live Tv via Internet.

Ma diversamente da quanto a suo tempo accaduto con i servizi musicali, con le case discografiche fortemente interessate a sbarcare sulla piattaforma di Apple, in questo momento gli editori di contenuti non trovano ragioni valide per favorire i nuovi entranti del comparto, per l’appunto le Amazon o le Apple, rispetto agli operatori tradizionali. E mettono così un freno evidente alle velleità di dar vita a una nuova generazione di servizi televisivi low cost.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO