Apple Store di Milano: ecco come sarà

Con uno degli ultimi atti del 2016, la Giunta Comunale di Milano ha dato la propria approvazione alle linee guida che guideranno la realizzazione dell'Apple Store in Piazza Liberty a Milano.
Il progetto, che ha avuto il benestare della Soprintendenza archeologica Belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Milano e del Municipio 1,  vede collaborare da un lato Apple Store Retail Italia, dall’altro la Società Immobiliare Cinematografica, proprietaria dell’immobile, e Banca Popolare di Milano per la realizzazione di quello che viene definito “uno dei più innovativi e tecnologici Apple Store del mondo”.

Apple Store Milano, dall'anfiteatro alla cascata d'acqua

Il progetto prevede il ribassamento della parte centrale di piazza Liberty: lì verrà realizzato un anfiteatro a gradoni aperto al pubblico, destinato anche a ospitare eventi culturali. Il negozio vero e proprio si troverà a un livello sottostante, posto a -3,24 metri rispetto al livello della piazza. Vi si accederà attraverso una vetrata schermata da una cascata di acqua alle spalle dell’anfiteatro (il cosiddetto “portale”), da due rampe di scale sempre ai lati dell’anfiteatro, o ancora attraverso un ascensore collocato sulla piazza.

La delibera della Giunta non si è occupata solo degli aspetti estetici e urbanistici, ma anche di quelli economici e di quelli culturali.

Quanto costerà

Per quanto riguarda gli aspetti economici, a carico di Immobiliare Cinematografica vi è la richiesta di un versamento di 4,6 milioni di euro al Comune di Milano per la realizzazione dell’intervento edilizio, mentre a carico di Apple vi è la richiesta di una somma di 768mila euro, una tantum, che corrispondono al costo sostenuto quattro anni fa dal Comune per il rifacimento della piazza, cui si devono aggiungere 127.435 euro l’anno per l’utilizzo della piazza stessa.
A carico di Immobiliare Cinematografica ed Apple, poi, la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area, così come il monitoraggio della falda acquifera.

8 eventi gratuiti l'anno

Per quanto riguarda gli eventi culturali, viene fatto obbligo a Apple di organizzare un minimo di 8 eventi l’anno pubblici e gratuiti – di concerto con l’amministrazione – definiti di alto livello culturale, così come le viene richiesto di proporre almeno altri 4 eventi, sempre nel corso dell’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here