Apple rilascia iOS 8.1

Sistemi operativi –

Tra le principali novità il supporto per il servizio Apple Pay (che però non è ancora abilitato in Italia), iCloud Photo Library e la funzionalità Continuity. Può installarlo chi possiede almeno un iPhone 4s o in iPad 2.

Come da programma, Apple ha  reso disponibile iOS 8.1, nuova versione del sistema operativo per i suoi dispositivi mobili. L'aggiornamento risulta installabile da parte di tutti i possessori di iPhone 4S e versioni successive così come dagli utenti di iPad 2 e seguenti.

Le principali novità di iOS 8.1 vedono l'ingresso del supporto per il servizio Apple Pay, di iCloud Photo Library e della funzionalità Continuity.
Apple Pay consente a chi dispone di un nuovo iPhone 6 o iPhone 6 Plus
di pagare i propri acquisti, nei negozi abilitati, senza metter mano al
portafoglio e senza utilizzare alcuna carta di credito.
Negli Stati
Uniti vi sarebbero già circa 220.000 negozi attrezzati per ricevere
pagamenti attraverso Apple Pay, grazie anche alla collaborazione fra la
Mela, Visa, MasterCard, American Express ed i principali istituti di
credito a stelle e strisce.
Gli utenti europei restano per il momento
esclusi dalla partita: non è dato sapere, infatti, quando il servizio
Apple Pay potrà essere utilizzato anche nel vecchio continente, Italia
compresa.

Con il rilascio del primo smartwatch di Apple,
all'inizio del 2015, grazie alla presenza del chip NFC, Apple Pay potrà
essere utilizzato anche da chi possiede un iPhone 5, 5C o 5S a patto di
"legare" l'orologio intelligente con lo smartphone.

Il servizio iCloud Photo Library,
che permette di gestire una singola libreria fotografia su più
dispositivi differenti, debutta in iOS 8.1 come prodotto in versione
beta. A beneficio degli utenti che preferiscono non utilizzare iCloud
Photo Library, in iOS 8.1 Apple ha deciso di reintrodurre il ben noto "Rullino" che nella versione 8.0 del sistema operativo era stato sostituito dalla funzionalità Aggiunte di recente (strumento per la gestione delle foto e dei file sincronizzati tramite iCloud).

Infine, la funzionalità Continuity
consente di "integrare" sempre più i vari dispositivi a marchio Apple:
gli utenti hanno ad esempio adesso la possibilità di gestire gli SMS
inviati e ricevuti attraverso l'iPhone da un qualunque sistema Mac OS X.

Allo stesso modo, grazie alla funzione Instant Hotspot,
è adesso possibile connettere l'iPhone alla rete Wi-Fi di casa o
dell'ufficio semplicemente agendo dal sistema Mac OS X, senza
intervenire sul dispositivo mobile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here