L’iPhone 6s vende poco, Apple riduce gli ordini di processori

iPhone 6s quattro colori

Per la seconda parte del 2016, Apple ha ridotto gli ordini di processori ai suoi consueti fornitori taiwanesi. La notizia è riportata dal quotidiano economico Digitimes, il quale precisa che il dato emerge dal confronto con gli ordini fatti da Cupertino nello stesso periodo dello scorso anno. Secondo le informazioni raccolte da Digitimes, le richieste di Cpu da parte di Apple per il secondo trimestre 2016 saranno solo di poco superiori rispetto a quelle del primo trimestre e quindi l’arrivo dei nuovi iPad Pro da 9,7” e dell’iPhone SE non ha fornito quella spinta che ci si aspettava.

I costruttori di componenti affermano che le vendite di iPhone 6s e 6s Plus sono ben e lontane dal livello ipotizzato e questo dovrebbe portare a un dimezzamento delle forniture di Cpu per tali smartphone. Il decremento sarebbe tale da creare una lacuna che le vendite del nuovo iPhone SE, per cui è prevista la produzione da 4 a 5 milioni di unità nel secondo trimestre 2016, non possono assolutamente colmare.

Per avere un ritorno al consueto numero di ordinativi, sostengono i fornitori taiwanesi, si dovrà attendere l’autunno quando arriveranno le nuove generazioni di iPhone, MacBook e iMac.

LASCIA UN COMMENTO