Apple Music

Apple sembra voler fare decisamente sul serio nel rilancio di Apple Music: in attesa delle ventilate modifiche all’interfaccia dell’app iOS per renderla più comoda da usare ci sono ora novità per quanto riguarda il servizio di streaming musicale in sé e soprattutto il suo costo. In alcune nazioni la casa di Cupertino sta lanciando un piano di abbonamento dedicato in modo specifico agli studenti e con prezzi ridotti della metà.

La mossa ha molto senso perché sono proprio gli utenti più giovani a essere maggiormente interessati allo streaming invece che all’acquisto dei brani e degli album. E sono anche la classe di utenti più attenta ai costi e quindi spesso più interessata a servizi alternativi (Deezer, Spotify…) che hanno anche piani gratuiti con pubblicità o appaiono più economici di Apple Music.

Il nuovo piano per studenti è stato lanciato in vari Paesi: USA, UK, Germania, Danimarca, Irlanda, Australia, e Nuova Zelanda. Lo sconto del 50 percento ha validità di quattro anni che non devono essere consecutivi, quindi uno studente può “sospendere” l’abbonamento per il periodo in cui non è a scuola (l’idea è molto pensata per le nazioni che hanno il modello del college) e riprenderlo in seguito.

Non c’è nessuna indicazione su se e su quando l’iniziativa possa essere replicata anche da noi, tecnicamente non dovrebbero esserci problemi perché la logica è simile a quella dell’abbonamento “familiy” di Apple Music.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO