Apple investe nei datacenter europei

data center

Sono l’Irlanda e la Danimarca i Paesi scelti da Apple per i suoi nuovi datacenter europei, interamente alimentati da energie rinnovabili.
Lo ha annunciato la stessa società, che mette sul piatto un investimento da 1,7 miliardi di euro per la realizzazione di queste infrastrutture destinate a supportare i suoi servizi online come iTunes Store, App Store, iMessage, Mappe e Siri per i clienti europei.

I due datacenter avranno una superficie di 166.000 metri quadrati ciascuno e dovrebbero entrare in funzione entro i prossimi due anni, dunque nel 2017.
Per quanto riguarda il progetto irlandese, la struttura nascerà nella contea di Galway: per compensare il cambio di destinazione di un terreno finora utilizzato per coltivare specie arboree non locali, Apple si occuperà della reintroduzione di specie autoctone nella vicina foresta di Derrydonnell.

Per quanto riguarda invece l’insediamento danese, il datacenter verrà collocato in prossimità di una delle più grandi sottostazioni elettriche della Danimarca, così da eliminare la necessità di generatori aggiuntivi. Non solo: il calore in eccesso prodotto dalle apparecchiature all’interno dell’impianto verrà convogliato nel sistema di riscaldamento del distretto contribuendo dunque al riscaldamento delle abitazioni della comunità.

L’attenzione all’ambiente è centrale in questo progetto, tanto che Apple rende nota la sua intenzione di collaborare con partner locali anche per lo sviluppo di ulteriori progetti legati alle rinnovabili, in particolare all’eolico: non a caso i due nuovi datacenter avranno il più basso impatto ambientale di tutte le altre strutture già realizzate dalla società.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here