Apple aumenta gli ordini ai fornitori per i nuovi MacBook Pro

nuovi MacBook Pro 2016 touch bar

Nonostante tutte le critiche che hanno ricevuto, sembra che per i nuovi MacBook Pro le vendite stiano andando piuttosto bene. Lo testimonierebbero gli ordini che Apple a sua volta sta facendo ai suoi fornitori, secondo le fonti del di solito ben informato DigiTimes. A Cupertino sembrano quindi stimare che i buoni livelli dei primi ordini post-debutto debbano mantenersi alti sino alla fine dell'anno e quindi portare anche a buoni risultati nel periodo natalizio.

Secondo le fonti del sito orientale, le vendite di portatili previste per il 2017 dovrebbero mantenersi allo stesso livello del 2016. Le previsioni parlano di circa 15 milioni di unità vendite durante quest'anno e quindi la cifra dovrebbe essere ribadita anche l'anno prossimo. Questo, dato il maggior costo dei nuovi modelli rispetto ai vecchi, dovrebbe portare maggiori introiti nelle casse di Apple.

Secondo i fornitori di Apple la casa di Cupertino era stata piuttosto conservativa nei primi ordini per i nuovi MacBook Pro. Il lancio stesso sarebbe stato ritardato di un trimestre a causa di problemi qualitativi nella produzione di alcuni componenti come tastiere, batterie e cerniere dei display. In effetti una delle critiche mosse ai nuovi portatili è che, per la configurazione che hanno, avrebbero anche potuto arrivare sul mercato prima. Dopo il lancio dei MacBook Pro, però, gli ordini di Apple si sono fatti più aggressivi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO