AirPower

Una delle più interessanti novità funzionali dei nuovi iPhone 2017, sia dell’iPhone X che dell’iPhone 8 e 8 Plus, è la ricarica wireless e durante il keynote Apple ha offerto un’anteprima della nuova base di ricarica AirPower, che arriverà nel 2018. Per i nuovi iPhone a Cupertino hanno adottato la scelta di uno standard aperto sviluppato da un consorzio di aziende, Qi. Una scelta dunque di compatibilità e interoperabilità con prodotti di aziende terze e una decisione che non può che essere accolta in maniera positiva da parte degli utenti.

Allo stesso tempo, a Cupertino desiderano anche offrire ai propri utenti un’esperienza d’uso avanzata e gratificante, in linea con la tradizione della Mela. Phil Schiller lo ha spiegato durante il keynote: Apple ha intenzione di aiutare Qi nell’incrementare il suo tasso d’adozione, implementandolo nei prodotti della Mela. Ma Apple pensa anche di poter rendere migliore l’esperienza della ricarica wireless. Per questo il team di ingegneri di Cupertino ha sviluppato la propria idea di ricarica wireless nella soluzione AirPower, di cui Schiller ha offerto un’anteprima, uno “sneak peek”, al keynote e che sarà disponibile nel 2018.

Una base su cui basta appoggiare iPhone X o iPhone 8 per iniziare a ricaricare lo smartphone. Le notifiche nella interfaccia di iPhone, ha mostrato la demo, informano dello stato di ricarica dello smartphone e comunicano anche quando ulteriori dispositivi vengono appoggiati sulla base AirPower, con una gradevole animazione. Infatti potremo utilizzarla anche per ricaricare Apple Watch series 3 e gli AirPods con la custodia opzionale per la ricarica wireless. Tutti contemporaneamente.

AirPowerAirPower è supportato da un’interfaccia intelligente alla cui base c’è un sistema in cui i device comunicano l’uno con l’altro e che gestisce la ricarica wireless in maniera efficiente e offrendo un’esperienza d’uso migliore. Ciò non sarebbe possibile con gli standard attuali, ha spiegato ancora Schiller. Ma l’intenzione di Apple non è quella di intraprendere una strada proprietaria e solitaria. Il Senior Vice President della Mela ha infatti affermato che Apple collaborerà con il team di Qi per includere queste funzionalità avanzate in future versioni dello standard.   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here